Qsummer 2015

Il giro del mondo in 40 giorni

I paesi che abbiamo visitato sono immensi, lontanissimi e pieni di fascino. Ecco un diario di viaggio.


LA PRIMA SETTIMANA SIAMO STATI NELLA LONTANA OCEANIA. Ci siamo truccati in volto come gli aborigeni durante le loro feste tipiche. Abbiamo individuato l’Oceania sull’atlante, e letto una storia con protagonista un canguro e ci siamo trasformati anche noi in canguri imitando i loro movimenti, utilizzando vari strumenti che riproducevano il verso di animali australiani. Poi, con colori a dita e cotton fioc abbiamo decorato il bastone della pioggia e scelto insieme quali semini mettere al suo interno. Sapete voi cos’è il boomerang? Un tipico gioco di quelle terre lontane, noi ci abbiamo giocato, provando ad utilizzare la tecnica con cui si lancia in aria. Infine abbiamo scoperto gli animali che abitano l’Australia, facendo puzzle e osservando le immagini dei libri e disegnato il nostro preferito coi pennarelli.


LA SECONDA SETTIMANA ABBIAMO VISITATO L’ASIA, è un paese grande grande: abbiamo decorato con la nostra fantasia la Pagoda, ci siamo travestiti con il Kimono e gli abiti asiatici, ci siamo truccati gli occhi e siamo diventati tanti piccoli cinesini. Le favole asiatiche sono romantiche e piene di magia! Abbiamo scoperto cos’è un mandala e lo abbiamo ricreato stampando le nostre manine e i nostri piedini su un foglio, poi abbiamo annusato tanti vasetti contenenti tutte le spezie che utilizzate per decorare il nostro mandala. Siamo stati capaci di costruire un ventaglio che poi abbiamo decorato con la nostra fantasia, scegliendo i colori che più ci piacevano e ci abbiamo giocato tutti insieme, imparando a muoverlo per creare il vento. Quanti ingredienti servono per creare i biscottini della fortuna? Mmm, che buoni, li abbiamo cucinati noi!


LA TERZA SETTIMANA ABBIAMO DECISO DI FARE UN SALTO NELL’AFRICA NERA: abbiamo creato la capanna africana utilizzando la paglia per il tetto, e incollandola sul cartoncino e poi decorando con i pennarelli la base a nostro piacimento. Ci siamo vestiti con le stoffe tipiche africane creando tanti abiti multicolore originali e abbiamo ballato in cerchio tutti insieme le musiche magiche delle loro feste, suonando a tempo gli strumenti. Abbiamo poi decorato insieme il vestito di una bambina africana, incollando nastrini colorati di diversi materiali e utilizzando il filo di lana per creare i suoi capelli. Le storie africane hanno una magia particolare. A turno abbiamo scoperto il contenuto della scatola delle sorprese e cercato di indovinare gli oggetti contenuti al tatto, abbiamo ascoltato suoni tipici natura creando tante tane e rifugi e utilizzando le stoffe colorate. Infine, abbiamo decorato la maschera africana con colori a dita e utilizzando tappi di sughero come timbri. abbiamo esplorato e sfogliato l’enciclopedia degli animali, soffermandoci su quelli per noi più interessanti e approfondendo quelli tipici della foresta africana.


LA QUARTA SETTIMANA ABBIAMO SCOPERTO L’AMERICA: creando grattacieli di mille colori con cartone e pezzetti di carta. Abbiamo costruito la nostra mongolfiera personale e l’abbiamo decorata. Abbiamo giocato ai pellerossa e scoperto i super-poteri che attribuivano agli animali. Abbiamo fatto un laboratorio sul gusto assaggiando e manipolando alimenti tipici della cultura americana. Infine esperimenti in cucina con esplosioni di colore che abbiamo usato per colorare.