Progetto educativo

LE QUATTRO STAGIONI

da ottobre 2019 a giugno 2020 è rivolto ad un massimo di 8 bambini dai 3 mesi ai 3 anni di età.

La programmazione educativa di quest’anno verterà su attività ludico/laboratoriali che avranno come filo conduttore il mondo delle stagioni.
Sarà destinato a tutti i Qbabies e tutti i contesti saranno fruiti dai bambini differenziando però gli obbiettivi e le attività nelle singole esperienze a seconda della fascia di età.
Il primo approccio avverrà proponendo un solo colore per volta, in modo che possano strutturarne in maniera definita l’esperienza. Verrà sviluppato attraverso il tatto, attraverso l’udito, e verrà associato ad immagini evocative per i bambini. I bambini impareranno a distinguere ile stagioni ed impareranno ad acquisire nuove autonomie e competenze attraverso attività e giochi proposti quotidianamente.

 

“Impariamo ad osservare insieme ai bambini il mondo che ci circonda, a scoprire come sono fatte le cose: accarezziamo con il “tocco leggero”; guardiamo e ascoltiamo con occhi e orecchie attente; usiamo le mani…così potremo affinare e sviluppare le loro percezioni sensoriali e conservare le nostre. Proviamo a porre domande invece di voler spiegare tutto noi…li guideremo a fare delle scoperte in modo autonomo. Aiutiamoli a usare tutti i sensi, a costruire e reinventare da soli il loro mondo! Il filo conduttore è la plurisensorialità.” (Bruno Munari)

Il punto fondamentale al quale vogliamo riferirci è la promozione dell’autonomia di ogni bambino attraverso la sua “libertà del fare”, dove il compito delle educatrici è quello di aiutare il bambino a sviluppare la consapevolezza di sé e le sue potenzialità in maniera naturale e armoniosa, rispettandolo e adeguandosi sempre ai suoi ritmi individuali e ai suoi bisogni.

IMG_7643

Il progetto di quest’anno nasce dal desiderio di esplorare e osservare insieme ai bambini il mondo circostante. Coinvolgendo i bambini in prima persona, verrà stimolato lo sviluppo della loro capacità di osservare diversi aspetti della natura: i fenomeni e i cambiamenti climatici, la scoperta dei colori, dei sapori e degli odori che caratterizzano ogni stagione.

Partendo con l’AUTUNNO ci faranno compagnia alcuni libri che ci aiuteranno a conoscere la stagione in corso ad esempio “Autunno nella foresta”, “Piccolo riccio non vuole dormire” e molti altri ancora.

Uscite all’area aperta, manipolare/assaggiare la frutta e la verdura di stagione, saranno gli stimoli di partenza per introdurre i vari argomenti scelti in base alle esperienze concrete del bambino. Attraverso tali esperienze (fare, agire, manipolare, ecc) il bambino apprende, per tale ragione le attività da noi proposte per risultare significative dovranno sempre offrire al bambino l’opportunità di elaborare scoperte ed esperienze mediante il gioco (motorio, simbolico, manipolato, ecc) considerando l’età del bambino , i tempi di attenzione, gli spazi utilizzati e le modalità di relazione con l’adulto e tra i pari.

 

Progetto: attuato con tutti i bambini del nido
Obiettivi: l’osservazione e la scoperta dei fenomeni e delle trasformazioni della natura

 “Per un bambino piccolo, non ancora in grado di apprendere dalla pagina stampata o di sostenere la routine scolastica, la Natura è una fonte infallibile di divertimento e istruzione.”

(Ellen G. White)

 

 

 

 

FINALITA’

– riconoscere i colori primari e secondari
– sviluppo del linguaggio
– sviluppo cognitivo
– sviluppo dell’autonomia
– stimolazione sensoriale
– coordinazione oculo-manuale
– stimolazione della motricità fine e generale
– scoperta di materiali
– conoscenza di se’ e rispetto dell’altro
– condivisione del materiale e degli spazi
– stimolazione della creatività

 

 

ATTIVITA’

– Attività grafico-pittoriche (pennarelli, tempere, pastelli a cera, collage, gessi)
– Attività manipolative, di coordinazione e di trasformazione dei materiali (pongo, creta, farina, acqua, sabbia, terra, colla, plastilina, pasta di pane)
– Attività euristiche (gioco euristico, cestino dei tesori)
– Attività linguistico-cognitive (costruzioni, incastri, infili, puzzle, libri, immagini, fotografie)
– Attività motorie (psicomotricità, attività all’aria aperta)
– Attività simboliche (travestimenti, cucina, casetta, drammatizzazione)
– Attività musicali ed espressive

 

 

 

 

 

SPAZI

– Angolo morbido (tappeti, cuscini)
– Angolo motorio (materassi, scivoli, percorsi motori)
– Angolo lettura (libricini per le varie fasce d’età)
– Angolo creativo (tavoli nei quali si svolgono tutte le attività manuali, creative)
– Angolo simbolico (cucina, casetta, armadio vestiti e specchio)